FACEBOOK E GDPR: LA VIOLAZIONE DELLA PRIVACY

Attraverso un semplice like sotto un post o una foto, Facebook raccoglie informazioni sui propri utenti. Queste stesse informazioni vengono poi trasferite a soggetti che li utilizzano per i propri fini, senza che gli interessati possano dare il consenso al loro utilizzo. Ma quanti sanno davvero che uso viene fatto di questi dati?

E' stato lo stesso Mark Zuckerberg, fondatore del noto social network, ad ammettere le proprie colpe e ad ffermare che “i dati e le informazioni personali sono stati condivisi in modo improprio”.

Per poter far sentire la propria voce, l’Associazione Altroconsumo ha deciso di avviare una class action contro Facebook per chiedere che gli utenti europei vengano correttamente informati sull’uso che viene fatto dei loro dati e che possano scegliere consapevolmente in qualsiasi momento quali di questi condividere e a quali soggetti.

Se hai un account Facebook, puoi partecipare alla class action visitando il sito di Altroconsumo.